8 agosto

Questa targa ci ha accolti all'ingresso del Castello Spilberk a Brno. Qui fu inprigionato, tra gli altri, Silvio Pellico.
Che dire della seconda più importante città della Repubblica Ceca? Mi è piaciuta, anche se ci vorrei tornare in un giorno lavorativo per vedere com'è la vita di tutti i giorni. Ieri tutti i cechi dovevano essere andati nei cottages, come sono soliti fare nei finesettimana estivi.
Abbiamo preso un autobus, della Student Agency, alle 7:30 da Florenc (fermata metro, linea gialla e rossa) e siamo arrivati lì alle 10. Ieri sera siamo tornati con lo stesso bus, alle 19:30 e siamo arrivati a Praga alle 22:00.
E' sempre conisgliabile prenotare il posto perchè, solitamente questi bus sono affollati. Si può comprare il biglietto on line. Ci sono varie tariffe, noi con la carta dello studente abbiamo speso, andata-ritorno, 345 kr.
Ma veniamo a noi, vi mostro qualche foto. La più bella è gentilmente offerta da uno dei miei compagni di gitarella, che ha avuto l'idea di fotografarmi così ...
a Zelny trh, Mercato dei Cavoli, dove ci sono un po' di teatri, tra cui questo dove sorge questa simpatica scultura di Mozart.

Merita di essere visto il Municipio Vecchio, anche solo per questo portale, molto particolare. All'interno i bambini potranno osservare come si coniavano le monete
incappare nella ruota e nel coccodrillo, simbolo della città
La prima ricorda un uomo che scommise di riuscire a trasportare questa pesante ruota, da molto lontano alla città, prima della chiusura della porta. Naturalmente ci riuscì.
Circa il coccodrillo, c'è chi dice che fosse un dono alla città da parte di un Turco. C'è chi dice che fosse un mostro che minacciava la città, dal fiume, e che fosse stato "sconfitto" da un macellaio che riuscì a farlo morire con uno stratagemma; riempì una pelle di toro con della calce viva, ingannando il coccodrillo che mangando il finto toro morì.
Bella la visuale che si ha dalla torre del municipio, cui si accede pagando un biglietto di 50/25 Kr.


Sullo sfondo si vede Petrov, la collina su cui sorge la Cattedrale dei SS Pietro e Paolo, mentre in basso è la piazza principale, Namesti Svobody - Piazza della Libertà.

Personalmente la Cattedrale all'interno non mi è piaciuta, troppo barocco per i miei gusti, ma all'esterno è da vedere.
Qui vicino c'è anche la Cripta dei Cappuccini, ma era chiusa quando siamo arrivati noi, come chiusa era la Chiesa di Sant'Agostino, a Stare Brno, che al contrario di ciò che dice il nome (Vecchia Brno), oggi ospita la parte più nuova, una periferia un po' triste, nonostante i palazzi siano colorati sempre palazzoni rimangono!
Ma per tornare all'inizio del post, molto bello il parco di Spilberk. La fortezza, che risale all'XII secolo, dal 1820 ha ospitato il carcere per i prigionieri politici, come appunto Silvio Pellico.
 
Oggi è sede del Museo della Città. Noi abbiamo approfittato di un baretto per una pausa pivo!
Prima di riprendere il cammino e concludere la nostra gitarella.

Commenti

  1. Le tue foto sono sempre più spettacolari.
    Ma quella fatta dai tuoi compagni di gitarella è mitica!!!

    RispondiElimina
  2. @Alchemilla: Grazieeeeeeeee!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari